facebook2

CALENDARIO EVENTI

Ottobre 2019
D L M M G V S
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

EVENTI IN EVIDENZA

Presentazione degli studi pratici degli aspiranti alla Cintura Nera della Scuola di Judo Arti di Oriente
Judo Genitori & Figli
28° STAGE RESIDENZIALE DI JUDO TRADIZIONALE – Bambini e Giovani
23/30 giugno 2109 - Monghidoro

Presentazione

Presentazione degli studi pratici degli aspiranti alla Cintura Nera della Scuola di Judo Arti di Oriente (Leonardo Maresca, Davide Reniero, Luca Perlini, Andrea Sgarzi). La lezione si terrà Venerdì 5 Aprile 2019, alle ore 19,30 presso la Sala Tatami di via Gubellini 7. Ciascun partecipante dimosterà un'esecuzione completa del Nage no Kata e, a seguire, uno studio su una tecnica di sua scelta.

invito cinture nere

inv cinture nere retro

JUDO TRADIZIONALE

Si può praticare Judo come un’arte marziale o come una disciplina per il miglioramento fisico, ma per cogliere il suo vero significato è necessario avvicinarsi ad una “via” rivolta alla realizzazione dell’essere umano: la bellezza sta nel combattere dando tutto se stessi all’azione, non nei tre passi di ascesa ad un podio. Il fondatore del Judo, Jigoro Kano, illustre pedagogista, lo ha ideato nel periodo MeJi (1868-1912), durante il quale il Giappone ha attuato un’operazione culturale sorprendente, che ha consentito al Paese in pochi decenni di mettersi al passo delle più grandi Nazioni del mondo. Un tassello di questa “rivoluzione” è stato il Judo, che in pochi anni ha raggiunto un milione di praticanti. Il principio fondante del Judo non si limita all’efficacia (raggiungimento dell’obiettivo), ma persegue anche l’efficienza (impiego ottimale delle risorse) attraverso il “miglior impiego delle energie”, che nella visione sociale si declina in "insieme per crescere e progredire”: migliorarsi quotidianamente per essere utili.

Chi lo può praticare? Tutti dai 4 ai 99 anni: ai bambini si propongono esercizi e giochi che promuovono le attività psicomotorie: posizione spaziale, simmetria, lateralità e contemporaneamente si educa ai valori attraverso il corpo: rispetto, amicizia, partecipazione, impegno. Nel judo dei giovani si affronta la tecnica, puntando su azione, rapidità, forza e senso di responsabilità. Il judo degli adulti è una via rivolta alla realizzazione dell’essere umano, tramite l’unità di corpo (tai) mente (gi) e cuore (shin) per perseguire la massima efficacia ed efficienza e affrontare adeguatamente la realtà.
Perché una disciplina di combattimento? Il Judo è una disciplina che grazie ad una tecnica minuziosa non ferisce e consente in tal modo di agire realmente il combattimento, sperimentando un particolare stato mentale che è proprio delle situazioni più sfidanti. La tecnica magistrale consente di per-suadere, “rendere soave”, anziché sconfiggere. Analogamente nella vita di tutti i giorni, “sviluppare una tecnica” significa acquisire un metodo per con-vincere grazie al valore delle proprie proposte, ma senza mortificare o umiliare l’altro. Il combattimento è quindi inteso nella logica del con-fronto con se stessi, con gli altri e con il mondo circostante, per mettersi in gioco, esporsi, crescere e dare un contributo, superando gli atteggiamenti difensivi e di chiusura, i piccoli egoismi quotidiani e gli atteggiamenti opportunistici.

 

CORSI JUDO

La Scuola di Judo di Arti d'Oriente Selene Centro Studi dal 1990 opera in diverse realtà, perché il Judo, l’arte del miglior impiego delle energie, può essere praticato con beneficio dai 4 ai 99 anni.
JUDO e BAMBINI: il bambino deve darsi all’apprendimento giocosamente; se la realtà urbana gli nega prati, rocce, fossi, alberi da frutta e rane, che costruiscono le circostanze dell’educazione fisica a quell’età, “giocare al judo” significa stimolare tutti gli aspetti della psicomotricità e contemporaneamente educare a valori come rispetto, amicizia, partecipazione e impegno.
JUDO e GIOVANI: nei giovani la tecnica è vissuta nella sua integrità al suo compimento deve aggiungersi tuttavia il kime (spirito di decisione), indispensabile per agire con efficacia, prontezza, responsabilità e rispetto, imparando ad affrontare il pericolo con la preparazione e a trasformare ogni caduta in una nuova opportunità.
JUDO e ADULTI: la massima espressione del combattimento nasce dall’intuizione, senza desideri (proiezione nel futuro) o paure (proiezioni nel passato), con spirito fermo nel “qui ed ora”.

E' possibile partecipare ad una settimana di presentazione passando prima in segreteria a firmare l’apposito modulo: due giorni di lezione negli orari previsti dal corso a € 10,00 successivamente detratte dalla eventuale quota di iscrizione. Come abbigliamento per la settimana di presentazione si pratica in pantaloni della tuta e maglietta, a piedi scalzi (portarsi un paio di ciabatte per raggiungere dagli spogliatoi la sala di pratica, che si trova al pian terreno entrando sulla destra).

Leggi tutto

FORMAZIONE

JUDO e FORMAZIONE: in collaborazione con Formatori Professionali che aiutano a veicolare nel mondo del lavoro ciò che si apprende sul tatami, si sperimenta attraverso l'esperienza diretta il “miglior impiego dell’energia”, nei propri obiettivi e nelle relazioni con clienti e collaboratori. In questi anni, la Scuola ha contributo a formare più di 1500 persone di importanti realtà professionali a Milano, Bologna, Roma, Verona, Trieste e Torino. Judo & Scuola: dal 1998 più di 20 Istituti scolastici di Bologna hanno introdotto i programmi di Judo del SCS Arti di Oriente per formare studenti e insegnanti attraverso progetti educativi che mettono in primo piano l’esperienza, il fare ed il sentire. Numerosi corsi d’aula sulla didattica del judo aiutano gli insegnanti di ogni ordine, grado e materia sul territorio regionale ad elaborare metodologie didatticamente più efficaci ed efficienti.

tappo